OMICIDI MEDIATICO RITUALI, REALIZZATI DA GRUPPI ETEROPILOTATI DALL’ALTO E ANALOGIE CON LA STRATEGIA DELLA TENSIONE…!!!

OMICIDI MEDIATICO RITUALI, REALIZZATI DA GRUPPI ETEROPILOTATI DALL’ALTO E ANALOGIE CON LA STRATEGIA DELLA TENSIONE…!!!

articolo  tratto dal blog Maestro di dietrologia 

 N.B. l’articolo è chiosato con due conferenze video nostre che mostrano l’approccio concreto e realisticamente storico seguito da Paolo Ferraro e dal CDD. Comunque è la prima indicazione di spostamento dell’approccio “complottista” sul piano dei concreti disegni di potere e sulle concrete organizzazioni segrete che operano in una logica tattica e strategia concreta. Una novità per così dire “intermedia” … e positiva perciò . 


ORIGINE
DEL MALE:
Il
gruppo eversivo LUDWING era di fede nazista, come erano fascisti i
mostri del Circeo ma anche tanti altri candidati manciuriani scelti
per fare determinati delitti. 

Anche
Ali Agca era un terrorista manovrato di estrema destra, come erano
fascisti quelli di Ordine Nuovo o i Nar… 

Il
discorso è complesso. 
Ho
citato la strategia della tensione non a caso, perché, pur essendo
un fenomeno differente dagli omicidi MEDIATICI, ovvero determinati e
specifici omicidi che vengono veicolati dai media MASSIVAMENTE e
quotidianamente, hanno analogie e collegamenti tra loro non
indifferenti. 

Comprendendo
il fenomeno politico, storico e metastorico della strategia della
tensione, del terrorismo nero e rosso, con i suoi collegamenti con
apparati deviati dello Stato, si iniziano a capire le MANIPOLAZIONI
che, a partire dalla fine degli anni 60 fino alla strage di Falcone e
successivamente di Borsellino, ci sono state in Italia. Ma il
fenomeno, in forme diverse, è presente quasi ovunque in
occidente… 

Dopo
questo primo passaggio, che contempla la conoscenza e lo studio di
diversi testi, libri, pubblicazioni, processi, possiamo iniziare a
parlare di certi DELITTI particolari avvenuti in Italia. 

Tali
delitti non sono quegli omicidi comuni, fisiologici, che ovunque
accadono, ai quali i MEDIA non danno importanza, ma sono specifici
omicidi che vedono coinvolte diverse Entità deviate o gruppi con
ramificazioni a Piovra anche internazionali.

Questi
omicidi particolari, che io chiamo, Strategia della tensione perpetua
e quotidiana in tempi di “pace”, hanno simbolicamente
inizio con i delitti del Mostro di Firenze che, se studiato
accuratamente, vede il coinvolgimento di diverse entità: Massonerie,
apparati di Stato, Servizi segreti deviati fino a criminali comuni,
depistatori e tanto altro. 

I
delitti del MDF sono lo spartiacque tra il vecchio mondo che,
simbolicamente termina con la morte di MORO e la strage alla stazione
di Bologna e il nuovo mondo politico, che si affermeràdefinitivamente dopo Mani Pulite e la morte dei Magistrati Falcone eBorsellino. Tutti questi eventi sono stati manipolati dall’ALTO e alivello internazionale dalle stesse menti. 
Dagli
anni 90 ad oggi, dopo la fine delle stragi terroristiche, entrano in
scena sui MEDIA quelli che noi definiamo, DELITTI MEDIATICI E/O
DELITTI RITUALI. 

Questi
fatti criminosi vengono veicolati in pompa magna anche per anni ed
hanno similitudini incredibili tra loro, molto simili come regia,
come dinamiche operative e per gli stessi personaggi che ci girano
attorno… 

Parlo
dei casi più attuali arci noti, come quelli di Cogne, Erba,
Meredith, Garlasco, Yara, Scazzi, Claps ma anche quelli passati come
il caso Cesaroni, Orlandi, Alinovi, Pasolini e Ludwing…
PERCEZIONE
DEI FATTI E BIAS COGNITIVA:
La
persona comune che si informa guardando la TV non ha la minima idea,
ma neanche la percezione di cosa ci sia dietro a DETERMINATI omicidi,
ovvero quei casi specifici che i MEDIA bombardano quotidianamente.
Allora mi si dirà:” Ma la tv non dovrebbe informare???”.
Io rispondo, si ma anche no…!!! 
I
media fino ad un certo punto e fino a certi livelli, possono anche
informare, ma per tutto il resto fanno solo e sempre PROPAGANDA ed
hanno uno scopo RIEDUCAZIONALE sulle persone.
La
TV, come aveva capito per primo Pasolini, è un oracolo tecnocratico
e serve al sistema per creare ruoli sociali imposti dall’alto, un
sistema gerontocratico che alimenta e cristallizza il suo potere
attraverso un determinato linguaggio invasivo e persuasivo ed
attraverso notizie che hanno compiti talvolta oscuri ed occulti,
sempre per una ragione di mantenimento del potere attraverso il
controllo sistematico della piazza virtuale, ergo, della massa. 
Non
a caso, i media spesso sono di proprietà di massoni, mafiosi, di
uomini di grande potere e legati alle agenzie dell’Intelligence, come
per esempio l’ANSA… Perchè hanno un compito, prima che
informativo, RIEDUCAZIONALE. 

Gli
omicidi mediatici sopra citati, vengono veicolati per diversi motivi
ed hanno sostituito in tempi moderni la gogna della piazza, hanno un
compito catartico, plagiante, morboso e arrivano direttamente al
subconscio individuale e collettivo, alla stessa stregua della
pubblicità che si nutre non a caso degli stessi linguaggi, ovvero il
linguaggio simbolico, ermetico, numerologico, psicologico anche
attraverso l’uso della PNL, funzionano perché riattivano determinati
pattern mentali e archetipi comuni a tutti noi..
Una
volta presa coscienza di questo mondo, che oggi crea ad hoc omicidi
mediatici dando la colpa ad innocenti, possiamo finalmente entrare
nel labirinto cnossiano e combattere il Minotauro, che in primis, è
dentro di noi…

Non
è facile accettare esista un sistema che sacrifica periodicamente
persone, che veicola ambiguamente come telenovelas le vicende
incolpando innocenti, sarebbe un po’ come mettere in discussione
tutto il nostro sistema di credenze, come far credere ad un fedele
che Dio non esiste, è un processo individuale lungo, faticoso ma,
secondo me, necessario se si vuol REALMENTE comprendere cosa c’è
dietro a certi fatti, che non sono sempre banali omicidi di persone
comuni, come la maggioranza pensa secondo le direttive del sistema,
ma omicidi particolari creati per svariati motivi, necessari ad un
sistema che ha origine nelle società iniziatiche che lavorano fianco
a fianco a certi ambienti militari e che poi dirigono dall’alto anche
la politica, l’economia, la cultura, il cinema, lo sport… 

Sono
tanti aspetti e distretti della stessa piramide o network di potere,
necessari al consolidamento e alla cristallizzazione dello status quo
e del potere costituito, anche se pensiamo erroneamente di vivere in
una democrazia.



SOCIETA’
SEGRETE E NETWORK OCCULTO:

Dopo
questo primo passo, che necessita anni di studi e il fatto di
rivedere le proprie credenze personali, scevri il più possibile da
condizionamenti esterni, dopo aver allenato la mente ad una certa
FORMA MENTIS, si devono iniziare a studiare tutte quelle storiche
società iniziatiche, non solo massoniche, che hanno per prime,
almeno in tempi relativamente moderni, teorizzato i delitti rituali
per celebrare e sigillare determinati step politici e passaggi
sistemici e di potere.

Una
fra tutte la Golden Dawn ed il suo Ordine interno, ovvero, “L’Ordine
della Croce d’oro e della Rosa Rossa”, ma anche l’O.T.O, la
Process Church, fino alla più soft Scientology… 

Tutte
entità sempre intimamente collegate all’ambiente ALTO militare,
spesso coinvolte in fatti oscuri. 

Nel
caso del MDF la ROSA ROSSA fu quella società iniziatica deviata
massonica che fu ben descritta anche da Giuttari, Carlizzi, Cosco e
poi da Franceschetti… 

Pacciani
era solo lo specchietto per le allodole, un vecchio delinquente,
usato come CAPRO ESPIATORIO, magari a conoscenza di certi mondi e
coinvolto come utile idiota in un disegno molto più complesso, che
ha visto depistaggi fatti da certi ambienti, morti eccellenti di
testimoni coinvolti, ecc, ecc… 

Ma
potremmo parlare del caso LUDWING, che non era solo un gruppo di 2
nazistelli omosessuali che odiavano le donne, ma erano anche e
soprattutto un gruppo manovrato da certi ambienti. Esistevano altre
cellule LUDWING in Europa, simili a quella italiana, come erano
manovrati anche i mostri del Circeo… 

Angelo
Izzo fu utilizzato anche da galeotto, come informatore di certi
ambienti malavitosi. 

Ma
possiamo parlare di Cogne, dove pare che il marito sia in qualche
modo coinvolto con ambienti vicini alla banda della 1 bianca, magari
non come killer, ma come uomo informato di certi fatti e magari
ricattabile, ecc… 
Il
caso Meredith il cui padre è uomo dei servizi britannici. 

Poi
possiamo arrivare a parlare di certi delitti rituali di più
difficile comprensione come quelli CELEBRATIVI di YARA, SCAZZI,
ERBA… Dove i colpevoli apparenti sono sempre poveretti, casalinghe,
muratori, spazzini e gente non particolarmente istruita, mentre i
veri colpevoli e mandanti sono ALTRI..
CELEBRAZIONE
DEL RITO
Dopo
questo ulteriore passaggio, possiamo iniziare a studiare il PERCHE’
vengono creati e veicolati determinati omicidi rituali. L’esempio
storico dell’omicidio rituale attraverso simbologia massonica, fu il
caso dei delitti di JACK THE RIPPER, a fine 800 in Inghilterra,
delitti in realtà di Stato fatti per creare un capro espiatorio e
per giustificare una maggiore militarizzazione e repressione da parte
del sistema, per celebrare un Tempio ed imporsi esotericamente come
Entità sovrastrutturale, dove erano coinvolti personaggi altolocati
che comunicavano attraverso omicidi sacrificali, determinate
simbologie e numerologie annesse, come il tralcio di vite lasciato
sulle vittime, quasi sempre femminili, come da prassi… 
Notate
come le donne ed i bambini, siano ANCOR OGGI i capri sacrificati
all’altare della ROSA…

Attraverso
lo studio degli omicidi di Jack lo squartatore, ovvero gli omicidi
della GOLDEN DAWN, società esoterico massonica collegata con la
corona inglese, si iniziano a comprendere le dinamiche operative
anche degli attuali omicidi rituali che hanno le stesse analogie, gli
stessi linguaggi occulti e le stesse finalità politico esoteriche
con quelli del passato. 
Poi
possiamo anche allargare il campo agli USA e agli anni 60 con la
MANSON & FAMILY e la strage nella villa del regista Polanski, la
cui moglie fu sacrificata come contrappasso della realizzazione
precedente del film Rosmary’s baby, ma anche al caso ZODIAC in USA,
simile a quello del MDF italiano, al caso Dutroux che vedeva
organizzazioni pedofile internazionali coinvolte in omicidi di
bambini, rapimenti, sparizioni. Vennero accusati cardinali, massoni,
reali del Belgio, tutti ovviamente rimasti impuniti, ed uccisi i
giornalisti d’inchiesta che avevano trovato la strada giusta, ma
anche attraverso i libri di Stig Larsson e della descrizione
romanzata di certi ambienti massonici e militari coinvolti in fatti
presentati dai media come omicidi occasionali, ma che invece erano
ben altro… 

C’è
un cosmo dietro a determinati omicidi rituali, che sono sempre e solo
quelli veicolati dai media, gli omicidi normali o quelli che non
devono essere veicolati perché non rientrano in quel mondo, non sono
pubblicizzati, se non in piccoli trafiletti o notizie flash… 
Tra
le migliaia di omicidi, vengono quasi sempre scelti solo determinati
omicidi, quelli che il sistema necessita di veicolare o al massimo di
utilizzare per depistare, sempre per ragioni uguali/opposte, occulte
e di potere e controllo della massa dei fedeli o utenti mediatici, a
seconda del punto di vista…

I commenti sono chiusi.